Recent Posts

lunedì 30 luglio 2012

Pasta Panna e Prosciutto


La pasta panna e prosciutto è un piatto classico, veloce, gustoso e semplicissimo da preparare infatti, necessita di pochi ingredienti ma di qualità.
Per me è un piatto unico, in genere lo preparo per pranzo quando torno tardi da scuola, ci vuole veramente pochissimo per metterlo in tavola, è gustoso e nutriente e piace a grandi e piccini.

sabato 28 luglio 2012

Gremolata al Melone- Sorbetto di Melone senza Uovo e senza Gelatiera


































L'ho sempre chiamato sorbetto, ma ho scoperto che il suo nome, nella gelateria tradizionale italiana, è gremolata (o gramolata, o cremolata),
comunque, indipendentemente dal nome, è buono, si prepara facilmente e ve lo propongo.
Si può preparare anche senza gelatiera, come ho fatto io, basta seguire alcuni accorgimenti

  • mettete il composto in un recipiente di metallo che sia stato già raffreddato in freezer, io ho utilizzato un contenitore di acciaio sottile (quelli  con il tappo di plastica che una volta servivano per conservare i cibi )
  • utilizzate un recipiente piuttosto largo in modo che il composto all'interno non abbia "molto spessore", così raffredda prima perché ha "più superficie" a contatto col freddo

venerdì 27 luglio 2012

Nuova Collaboraziona con Olio BORGES

Voglio parlarvi della mia nuova collaborazione con Borges Mediterranean Group, un'azienda che

diffonde in tutto il mondo una vasta gamma di prodotti naturali, sani e gustosi e che permette a tutti i suoi consumatori di beneficiarsi di alti standard di qualità, e di avvicinarsi alla cultura, allo stile di vita e alla dieta mediterranea.

Il gruppo ha lavorato per molti anni per portare l'olio italiano di qualità a tanti paesi come la Francia e gli Stati Uniti.

Oggi, con l'esperienza olearia che lo contraddistingue, e il sigillo di qualità indiscussa che è “100% prodotto italiano”, ha deciso con la filiale Borges Italia, di offrire questo olio di qualità alle famiglie italiane con una modalità di acquisto nuova e conveniente.



Altre informazioni sul prodotto ed i dettagli per l'acquisto li trovate sul sito http://www.oliodiolivaitalia.it


Io comincerò subito ad usarlo e delle sue caratteristiche vi parlerò nei prossimi post.


giovedì 26 luglio 2012

Trofie con Zucchine e Gamberetti

La ricetta di oggi è un classico piatto estivo della mia tavola. La pasta è condita con un semplice sugo con zucchine, gamberetti e pomodorini, ma il tocco in più è dato dal mezzo bicchierino di brandy con cui si sfumano le verdure.



Ingredienti per 4 persone:
350 g di trofie
200 g di gamberetti
2 zucchine
12 pomodorini
poco brandy
olio evo per me Olio DANTE
1 spicchio d'aglio
sale.

Preparate un soffritto di aglio, olio, un po' di brandy, i pomodorini ed aggiungetevi le zucchine tagliate a rondelle sottili. Le zucchine devono ammorbidirsi senza friggere.
Lavate e lessate i gamberetti, tagliateli a pezzetti e fateli cuocere insieme al soffritto per circa 10 minuti.
Cuocete le trofie in abbondante acqua salata, scolatele al dente e unitele al sugo. Servite dopo aver mantecato per qualche minuto in padella.



domenica 22 luglio 2012

Quadretti Integrali con Formaggio e Prosciutto Cotto


La ricetta di oggi è quella di un classico stuzzichino col ripieno di formaggio e prosciutto cotto. La sua particolarità è il sapore rustico dato dalla farina integrale della sfoglia e dalla scamorza di bufala affumicata.


Foto web
"La scamorza di bufala è prodotta nell'area del disciplinare della mozzarella di bufala campana DOP, provincie di Napoli, Caserta e Salerno.
E' un formaggio bufalino a pasta filata, a stagionatura breve, in forme tipiche globose - sferoidali, spesso con testina, legatura con fibre vegetali e pezzatura tipica di circa 300 - 350 g, a volte affumicato con fumo di paglia di grano."



Con questa ricetta partecipo al contest



venerdì 20 luglio 2012

Melone Profumato al Maraschino con Salsa al Cioccolato


Ci mettete più a leggere il titolo che a preparare questo dessert, semplice semplice dedicato a chi, come me, anche con 40 gradi non può rinunciare a mangiare la cioccolata.
La ricetta della salsa ve la consiglio, servono solo due ingredienti, cioccolato e latte, ma è l'ideale per accompagnare il gelato, i semifreddi e i dessert al cucchiaio.
Leggete anche quest'altra ricetta, sempre col melone ed altrettanto golosa: Melone al Forno con Gelato

martedì 17 luglio 2012

Spaghetti con Crema di Tonno alla Menta


Con il caldo che fa vado alla ricerca di piatti semplici e che mi facciano stare poco ai fornelli.
Questa pasta ha il pregio di essere condita con una crema che non ha bisogno di cottura.
Si prepara la crema con tonno, capperi, menta e peperoncino frullati al mixer, si aggiunge olio a piacere, si stempera con un po' d'acqua di cottura della pasta, si versano gli spaghetti, si dà una bella mescolata ed è pronto in tavola.
Se non avete voglia di pasta, potete tostare del pane e spalmarvi la crema di tonno, otterrete un'ottima bruschetta.

sabato 14 luglio 2012

Coppa alle Pesche


Pesca tabacchiera
FOTO WEB
Quando lessi questa ricetta mi colpì per l'originale nome di un ingrediente: la pesca tabacchiera. Non conoscevo questa varietà di frutta così feci qualche ricerca scoprendo che la sua origine è siciliana, viene coltivata ai piedi dell'Etna a cavallo fra le province di Catania e Messina, ma si produce anche in altre parti d'Italia, soprattutto in Romagna. La pesca ha una forma “irregolare”, è schiacciata e per nulla tondeggiante, la chiamano tabacchiera perché ha tutte le fattezze del contenitore che, in passato, veniva utilizzato per conservarvi il tabacco da fiuto. E' una pesca atipica, la sua polpa è bianca e deve il suo particolare sapore alla terra vulcanica e alle rigide temperature che ne assicurano la crescita.

La ricetta la lessi nel blog Un'arbanella di basilico di Carla Emilia che a luglio è la Recipe-tionist

mercoledì 11 luglio 2012

Fusilli con Melanzane Dorate e Filetti di Coccio


L'ho detto più volte, non mangio volentieri il pesce : (((
sarà per le mie origini contadine ma ho più dimestichezza nel preparare, e più gusto nel mangiare,  un bel piatto di legumi o di verdure e farei proprio a meno del pesce che per me potrebbe morire di vecchiaia...
Questo piatto però mi è piaciuto e ve lo consiglio :)))
si prepara in pochissimo tempo, potete usare il pesce fresco ma anche quello surgelato e risulta gradevole sia al palato che alla vista con i suoi colori tipicamente estivi.

venerdì 6 luglio 2012

Melanzane Ripiene di Pasta


L'abbinamento pasta- melanzane e uno dei più golosi in cucina, oggi vi propongo un piatto particolare dove la melanzana fa da contenitore ad una buonissima pasta al pomodoro. 
E' un piatto semplice da fare ma d'effetto che può stare di diritto anche in un menù importante. 
Potete prepararlo in anticipo e infornarlo mezzora prima del pranzo o potete completare la cottura e riscaldarlo solamente quando lo dovete servire, è comunque buono.

mercoledì 4 luglio 2012

L'Artusi Indaga

Il post di oggi è dedicato ad un libro che vi consiglio di mettere in valigia nelle prossime vacanze, sarà una lettura leggera e piacevole che vi farà conoscere un po' meglio Pellegrino Artusi.

Chi si interessa di cucina sa che Pellegrino Artusi, o meglio l'Artusi, è l'autore del libro "La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene", un manuale, scritto con sapienza ed ironia, considerato un capolavoro della cucina italiana e del servire a tavola.

Nel romanzo "Odore di chiuso" di Marco Malvaldi





l'Artusi si trasforma in detective e, grazie alla sua cultura, alle sue capacità deduttive e alle sue indagini riesce a smascherare il colpevole di un delitto.
Ma ecco la trama, l'ho presa da qui:
La famiglia Bonaiuti, che occupa una nobile dimora nella Maremma toscana, attende con entusiasmo, chi più chi meno, l’arrivo del grande cuoco Pellegrino Artusi, una lieta distrazione alle loro giornate noiose trascorse nella totale immobilità.
Il cuoco, quindi, fa la conoscenza dei figli del barone Romualdo Bonaiuti, il padrone di casa: Gaddo, un poeta all’inizio della sua carriera che spera di incontrare un giorno Giosuè Carducci; Lapo, il meno interessato alla venuta di Artusi e completamente assorbito dai suoi piani di conquista femminile; e Cecilia, la più promettente dei tre ma controllata a vista da sua nonna, la baronessa Speranza, e impegnata nelle classiche occupazioni femminili.
A essi, poi, si aggiungono la signorina Barberici, dama di compagnia della baronessa Speranza, e due cugine rimaste zitelle, oltre alla fornita servitù tra cui spicca il maggiordomo Teodoro, una geniale cuoca e la cameriera Agatina.
Il giorno successivo dell’arrivo al castello di Pellegrino Artusi un fatto sconvolgente movimenta le giornate tutte uguali e noiose della famiglia Bonaiuti: il maggiordomo Teodoro viene ritrovato avvelenato nelle cantine del castello e poco dopo il padrone di casa, il barone Romualdo Bonaiuti, rischia di perdere la vita a causa di misteriose schioppettate.
Pellegrino Artusi, incuriosito dalla strana vicenda e desideroso di vederci chiaro, inizia a indagare. Tutti sono sottoposti a interrogatorio, nessuno escluso. Mentre i sospetti della polizia ricadono sulla cameriera Agatina, l' Artusi continua a indagare convinto dell’innocenza della donna e dell’esistenza di un movente ben più articolato rispetto a quello indicato dalla polizia. Alla fine le sue congetture avranno successo, il colpevole sarà smascherato.
Il romanzo è coinvolgente fin dalle prime pagine, la scrittura ha uno stile ironico e l'intreccio narrativo risulta gradevole ed ingegnoso.
Fra le scene più gustose c'è quella in cui Pellegrino Artusi, illustrando la complessa modalità di preparazione della maionese, fornisce una lezione sull’unificazione dell’Italia e sulla costruzione di un’identità nazionale.
Si parla anche di cucina; il libro si conclude con una ricetta "il polpettone all'uso zingaro" che prima o poi posterò nel blog.
Un romanzo divertente, piacevole, allegro, da non perdere insomma!



lunedì 2 luglio 2012

Fragole con Yogurt Greco e Granella di Frutta Secca

 

Lode ai campioni, hanno giocato benissimo :)))


ma grazie ai nostri calciatori per averci fatto vivere un bel sogno,
peccato esserci svegliati...



consoliamoci con questa buonissima coppa, che, visto il caldo e la scarsa voglia di mettermi in cucina, sarà il mio pranzo.


Ingredienti per 3 persone:
300 g di fragole
170 g di yogurt greco o al naturale
frutta secca (noci, mandorle, nocciole) a piacere
1/2 bicchierino di maraschino
3 cucchiai di zucchero

Spezzettate la frutta secca grossolanamente.
Lavate e nettate le fragole, tagliatele a pezzetti e mescolatele con un cucchiaio di zucchero ed il maraschino. Tenetele nel frigo almeno un'ora.
Mescolate lo yogurt con il resto dello zucchero e mettete anch'esso in frigo.
Al momento di servire componete i bicchieri mettendo sul fondo la granella di frutta, poi lo yogurt ed infine le fragole.
Decorate con granella di frutta.