Recent Posts

venerdì 25 febbraio 2011

Ricette americane, tabella di conversione

Leggendo le ricette americane ci si imbatte spesso in termini come  tazza  cucchiaio perchè gli statunitensi, con l'intento di semplificare tutto,  li utilizzano come unità di misura. Anche il peso è espresso non in grammi ma in once e pound e le temperature in gradi Fahrenheit. Per noi italiani abituati alle nostre unità di misura è difficile districarsi. Per questo motivo ho pensato di postare questa tabella di conversione che spero vi sia utile. 


venerdì 18 febbraio 2011

Torta salsicce e broccoli



Da qualche tempo anche al mercato si trovano i broccoli già puliti, il loro acquisto velocizza i tempi di preparazione delle ricette infatti basta lavarli e sono pronti per essere utilizzati. Certo sono un pò più cari dei broccoli non mondati ma il prodotto è edibile al 100% e quindi alla fine c'è convenienza inoltre non si riempie la busta dell'organico con gli scarti.

Ingredienti:

Sfoglia:
350gr di farina
5 cucchiai di olio
200ml di acqua
20gr di lievito di birra
1/2 cucchiaino di sale

Ripieno: 300gr di broccoli puliti- 1 salsiccia (circa 120gr)- peperoncino- olio

Impastare gli ingredienti per la sfoglia, prenderne i due terzi e stenderli sulla carta forno e ricoprire uno stampo. Togliere la pelle alla salsiccia e farla cuocere sgranata in una padella senza aggiunta di grassi. Togliere la salsiccia e nella stessa padella aggiungere olio, peperoncino e broccoli già lessati, aggiungere il sale e far insaporire. Spegnere ed aggiungere la salsiccia. Versare il ripieno nella sfoglia



e ricoprere con la rimanente. Far cuocere in forno per 45 minuti a 180°.
Per una buona riuscita i broccoli devono essere lessati molto poco.



Parmigiana di Melanzane



Tipica ricetta napoletana ne esistono varie versioni. 
Questa è la mia, semplice e saporita.

Ingedienti:
due melanzane
sugo di pomodoro
2 uova
farina
200gr di scamorza
             parmigiano grattuggiato, basilico, pepe e sale

Togliere la buccia alle melanzane e tagliarle a fette piuttosto sottili. Infarinarle, passarle nell' uovo sbattuto e friggerle in abbondante olio. Preparare un sugo di pomodoro. Versare qualche cucciaiata di sugo in una pirofila, adagiare le fette di melanzana, la scamorza tagliata a fette, qualche cucchiaiata di sugo, foglie di basilico, spolverare di pepe. Continuare in questo modo fino ad esaurire tutti gli ingredienti. Ricoprire l' ultimo strato di melanzane con sugo, abbondante parmigiano e una spolverata di pepe. 



lunedì 14 febbraio 2011

Il segno di uguale

Nel 1557 il gallese Robert Recorde inventò quello che sarebbe diventato il segno più celebre della matematica: il segno di uguale



due piccoli tratti paralleli identici, separati da un sottile strato d’ aria.
Fino ad allora fra i due membri di una equazione si scriveva la parola aequalis o Aeq, uguale in latino.  Il segno  si diffuse subito fra i matematici e quando fu chiesta a Recorde la ragione per cui  avesse scelto quel simbolo per rappresentare un concetto tanto familiare eppure tanto complesso egli rispose: “ho scelto una coppia di parallele perché sono due linee gemelle e non esiste nulla che sia più uguale di due gemelli”.

Biscotti all' anisetta



L' Anisetta è un liquore a base di anice verde (Pimpinella anisum)  da cui deriva appunto  il suo nome . Si ottiene dalla lavorazione dell'”aniciato” che consiste nella distillazione dell'alcool con l'aggiunta di semi di anice che cedono, attraverso il rilascio degli oli essenziali, il loro sapore. Partendo da questa base di lavorazione, con ulteriori interventi e l'aggiunta di altri ingredienti, quali lo zucchero e altri aromi naturali, si produce il liquore che si utilizza in pasticceria come aromatizzante.
Questa ricetta è semplice da realizzare ma di sicura ed ottima riuscita.

Ingredienti:
250gr di farina
100gr di zucchero
2 uova
50 gr di burro (o margarina)
1/2 bustina di lievito per dolci
3 o 4 cucciaini di anisetta, poco latte

Sulla spianatoia mettere la farina a fontana, al centro aggiungere gli altri ingredienti ed impastare amalgamando bene il tutto. Formare due panetti schiacciati e porli sulla placca ricoperta di carta forno, spennellarli con poco uovo sbattuto (serve a dare il colore dorato ai biscotti). Infornare a 170° per circa 20'. Tirare i panetti fuori dal forno, lasciarli leggermente raffreddare e tagliarli a fette, mettere di nuovo i biscotti nel forno per altri 5'.

Conservati in una biscottiera si mantengono fragranti anche per una settimana.
  
Se non avete l' anisetta potete aromatizzare i biscotti anche con il Limoncello o altro liquore di vostro gusto.

mercoledì 9 febbraio 2011

Scaldacollo per Lei




D'inverno uso gli scaldacollo perchè li trovo molto più pratici delle solite sciarpe e soprattutto molto più veloci da realizzare. Ho lavorato questo con la lana MAMBO di filatura Cervinia.


Occorrente: 3 gomitoli di lana Mambo, ferri  n. 4,5
Lavorazione: Avviare 60 maglie e lavorare a punto grana di riso doppia per 68 cm. Chiudere le maglie, cucire il rettangolo sul lato corto.

Grana di riso doppia:
Si lavora su un n. di maglie pari. 1° ferro: * 1 maglia diritta, 1 maglia rovascia*. 2° ferro e tutti i ferri pari: lavorare le maglie come si presentano. 3° ferro: * 1 maglia rovescia, 1 maglia diritta*. 5° ferro: riprendere dal primo ferro.





giovedì 3 febbraio 2011

Babà rustico


Babà rustico
Questa ricetta mi è stata data da una carissima amica e collega quando giovani insegnanti facevano il viaggio insieme per raggiugere la scuola. Tante le chiacchiere, le confidenze ed anche lo scambio di ricette soprattutto quelle semplici da realizzare. Questa semplice lo è davvero perchè l’impasto si fa nel mixer!

Ingredienti:
300gr di farina
100gr di burro
3 uova
1/2 bicchiere di latte
1 cubetto di lievito di birra
resti di formaggio e di salame

Sminuzzare nel mixer i formaggi ed il salame  aggiungere gli altri ingredienti. L’impasto deve venire piuttosto duro. Disporlo a cucchiaiate in uno stampo a ciambella. Mettere in forno a 50° per 1/2 ora, il babà lieviterà. Aumentare la temperatura a 180° , dopo un quarto d’ora di cottura a questa temperatura il babà è pronto.

Ciao, per ora.

Danubio dolce



Nel mio primo post ho inserito la foto di un dolce, è il Danubio  soffici briosce ripiene di crema  al cioccolato. Il Danubio è un tipico rustico napoletano che si può modificare facendone una versione dolce davvero gustosa.


Ingredienti:

Farina  300 g
Burro   60 g
Zucchero  50 g
Lievito di birra  15 g
3 tuorli
25 g di latte

Disporre la farina a fontana sul tavolo da lavoro, aggiungere al centro lo zucchero, il burro, i tuorli  e il lievito sciolto nel latte appena tiepido. Impastare. Disporre il panetto ottenuto in una ciotola a lievitare finchè non raddoppia di volume. Riprendere la pasta e dividerla in 9 parti, stendere col matterello ed inserire al centro un cucchiaino di crema di cioccolato poi chiudere la pasta a pallina con al centro il ripieno. Disporre le palline in uno stampo, far lievitare ancora un’ora poi infornare a 180° per circa 25′ .
Ciao, per ora.


Il mio primo post




Consulto tanti blog di persone che come me coltivano svariati hobby e condividono con gli altri le loro passioni. Mi è venuta voglia di farlo anch’ io con la presunzione che qualcuno mi legga.